Una mia recente realizzazione, risalente al 2007, dove si intersecano il mestiere di architetto con una dichiarata passione modellistica. Il tema del recupero e della ristrutturazione sono pienamente connaturate con la mia prassi professionale, ma mi anche capitato di affrontare proprio il tema dell'adeguamento funzionale di un casello ferroviario sulla linea Rovigo - Legnago - Verona. Cos, associando le due esperienze, ho trasferito nel modello le stesse procedure utilizzate nell'intervento reale con una definizione dei dettagli assai soddisfacente.

In questo caso per dimostrare che, con una attrezzatura "domestica" e un serie di materiali di facile reperimento, si possono realizzare modelli di pregio, non stato utilizzato alcun prodotto commerciale se non i due casellanti Preiser e le tegole in cotto di una ditta spagnola regalatemi da un rappresentante che collabora abitualmente con lo studio. Per il resto sono stati utilizzati ancora una volta l'amato cartoncino, diversi profili in legno, una nutrita serie di colori acrilici, ed alcuni materiali metallici.

Particolare importanza stata data alla ricerca documentata di tutto il materiale cartaceo presente in questo particolare ambiente di lavoro, che anche la modesta abitazione di un operatore delle Ferrovie dello Stato incaricato di presidiare un tratto di linea negli anni sessanta. I manuali, i manifesti, i quotidiani, le riviste, ma anche i prodotti per la cucina oltre all'intero arredo sono rigorosamente riferiti a quell'epoca.

 

 

 

Il casello FS in scala 1:20 stato pubblicato nei numeri 30 - Giugno 2007 e 31 - Settembre 2007, della rivista trimestrale Tutto Treno Modellismo, edita dalla Duegieditrice di Padova.

 

 

 

Richiedi il manuale di costruzione in formato PDF

 home                                                                                                    www.pugio.it - un casello FS in scala 1:20